Reitia, l'anitra e il lupo - Dittinna

Fernanda Facciolli
Linea, figura e simbolo
Vai ai contenuti
Burano, 2-30/10/2016. In omaggio a Paolo Rizzi, mostra di artisti contemporanei nella ex scuola Galuppi. F. Facciolli era presente con quattro opere in grafo-pittura ad olio e acrilico su tela.
F.Facciolli, "Con Pausania sulle tracce di Esiodo", Edizioni Marcianum Press, Venezia 2014, vers. italiana, inglese e greca, cm. 24x28, 151 pagine, 70 riproduzioni in b/n e 53 a colori. Uno studio etimologico ed emblematico che rivela le origini del mito greco in Tebaide, incontrandovi gli "spiriti" della Natura che hanno evocato, negli antichi popoli ellenici, il culto e il rispetto per la Madre Terra e per i suoi doni.
Nell'estate 2016 ha avuto luogo, al Dictynneion di Venezia, la personale di F.Facciolli: "Divinità della Rinascita". La pittrice vi ha presentato una recente produzione di opere grafico-pittoriche in continuità con la ricerca emblematica del mito preclassico, un mito che anticipa e prelude l'avvento del pantheon olimpico.

Reitia, l'anitra e il lupo

Opere > Titoli

F.Facciolli
Reitia, l'anitra e il lupo, 2011
olio e acrilico su tela, cm. 80x60.
 
         
       
In cui si loda la grande e poliedrica dea di Este, la Potnia Theròn degli Eneti, accompagnata dai suoi messaggeri, l’anitra che annuncia la vicinanza dell’acqua dolce e il lupo che ulula alla luna.




Torna ai contenuti